Valutazione

La valutazione di una verifica è parte integrante del patto educativo che si instaura tra il docente e la classe. La verifica (scritta e/o orale) giunge di solito al termine di una unità didattica o di un percorso il più possibile coerente e tende a verificare l’assimilazione non solo dei contenuti (conoscenze), ma anche le capacità logico-deduttive (come il sapere cogliere i problemi e saperli organizzare in maniera adeguata) nonché le competenze linguistiche (in particolare quelle specifiche della materia) da parte dello studente.

Gli indicatori, tutavia, da soli non bastano. Occorre graduarli sulla base di precisi descrittori, necessari soprattuto per individuare il confine tra il raggiungimento o meno degli obiettivi, vale a dire tra la sufficienza e l’insufficienza. E tuttavia, tali indicatori non necessariamente si presentano allo stesso modo. Onde per cui occorre necessariamente graduare anche i loro descrittori.

Tale sistema, solo in apparenza complesso, ha il merito di essere tuttavia efficace per individuare, in maniera esaustiva, il valore di una verifica.

valutazione1

La figura qui di seguito mostra un esempio di valutazione di una verifica con sei domandi. I descrittori rappresentano una banda di valutazione entro la quale il docente sceglie un voto, che, insieme agli altri descrittori degli altri indicatori di tutte le domande, determinano la valutazione complessiva. In questo caso si è scelta una banda a base 120, che corrisponde a 10/10:

valutazione2

valutazione3

Esempio (in rosso il voto riportato per ciascun indicatore di ciascuna domanda):

valutazione4
Una verifica  orale e/o scritta tende a verificare, dunque, il raggiungimento di ben determinati obiettivi, in un’ottica graduale, vale a dire che, nel tempo, gli obiettivi previsti per l’anno scolastico dovranno essere raggiunti. Per quanto concerne la verifica scritta, il numero di righe previste per la risposta è a suo modo indicativo del genere di risposta che si deve dare: all’aumentare delle righe aumenta l’articolarzione della risposta. Difficilmente si troverà una prova scritta dove tutte le domande prevedano risposte estremamente sintetiche. Per queste ultime ci sono le domande a risposte chiuse. Quindi, laddove una domanda prevede, per esempio, 15 righe, al di là della calligrafia, si pretende una risposta articolata, approfondita, altrimenti non solo i contenuti, ma anche le capacità logiche di insieme ne risentiranno. D’altro canto, la Filosofia e la Storia sono discipline aperte e dialogiche, che stimolano la riflessione (e anche la critica) personale.
Rai5 - RaiStoria - RaiScuola - RaiCultura Letteratura - RaiCultura Arte e Design - RaiCultura Filosofia - RaiCultura Economia - RaiCultura Media - RaiCultura Scienze - RaiCultura Italiano - Rai La Grande Guerra

Rai5 - RaiStoria - RaiScuola - RaiCultura Letteratura - RaiCultura Arte e Design - RaiCultura Filosofia - RaiCultura Economia - RaiCultura Media - RaiCultura Scienze - RaiCultura Italiano - Rai La Grande Guerra

Privacy Preference Center

Necessary

Advertising

Analytics

Other